AGCM: sanzione da 100 milioni di euro per Google

AGCM: sanzione da 100 milioni di euro per Google

L'AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) avrebbe sanzionato Google (e nel dettaglio le società Alphabet Inc., Google Llc e Google Italy Srl) per oltre 100 milioni di euro in seguito all'accusa di abuso di posizione dominante e quindi di violazione dell'articolo 102 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea.

Secondo quanto dichiarato in un comunicato a riguardo dall'Authority Antitrust, tramite il sistema operativo Android e il marketplace Play Store Google avrebbe la possibilità di controllare l'accesso degli sviluppatori agli utenti finali, questo in un contesto come quello italiano dove circa 3/4 degli smartphone utilizzano il Robottino Verde.

Approfittando della sua posizione di forza Mountain View non avrebbe consentito l'interoperabilità di JuicePass (App di Enel X Italia per la ricarica delle auto elettriche) con Android Auto. In questo modo la compagnia avrebbe limitato ingiustamente le possibilità di utilizzare tale soluzione quando si è alla guida di un veicolo elettrico e si ha la necessità di effettuare una ricarica.

Tale limitazione sarebbe stata introdotta con lo scopo di favorire l'uso di Google Maps che può essere utilizzata su Android Auto e presenta funzionalità dedicate alla ricarica dei veicoli elettrici come la ricerca di colonnine e la navigazione. Quest'ultima potrebbe essere poi implementata in futuro per supportare strumenti con cui effettuare prenotazione e pagamenti.

Continua dopo la pubblicità...

L'Antitrust avrebbe imposto inoltre a Big G di fornire a Enel X e ad altri sviluppatori gli strumenti per la programmazione di App interoperabili con Android Auto, questo anche per evitare possibili ricadute negative sulla diffusione dei veicoli elettrici, sull'utilizzo dell'energia green e sulla transizione verso una mobilità più sostenibile dal punto di vista ambientale.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.