Debutto italiano per Google Pay

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle apre AMP ai contributor esterni
  • SuccessivoAntitrust: un fascicolo su Amazon per i dati dei venditori

Google Pay, il sistema di Mountain View per i pagamenti tramite dispositivi mobili, è ora disponibile anche per l'utenza italiana. L'applicazione dedicata può essere scaricata dal Play Store della stessa Big G ed è stata messa a disposizione una lista di tutti gli istituti di credito che hanno deciso di offrire compatibilità con la piattaforma.

Quali potrebbero essere i vantaggi per i consumatori derivanti dall'utilizzo di questo nuovo metodo? Google Pay consente di effettuare pagamenti sia sui siti Internet che nei comuni esercizi commerciali, quindi per effettuare le proprie transazioni non sarà più necessario utilizzare la propria carta di credito, basterà uno smartphone.

Continua dopo la pubblicità...

Il sistema prevede in pratica di associare il numero della propria carta di credito (o delle proprie carte di credito) ad un account Google Pay. La piattaforma memorizza tutti i dati necessari per perfezionare un pagamento, anche nel caso degli acquisti in-App, per questo motivo non sarà necessario digitare ogni volta le proprie informazioni personali.

Per quanto riguarda la sicurezza, Google Pay potrebbe rivelarsi uno strumento di protezione aggiuntivo, questo perché la piattaforma non condivide il numero di carta di credito con i venditori, ma una stringa cifrata ottenuta dalla criptazione di quest'ultimo. Il fatto di dover estrarre più raramente la propria carta diminuirà inoltre la probabilità di smarrimenti.

L'applicazione offre un'interfaccia grazie alla quale consultare lo storico dei movimenti effettuati e funzionalità per lo storage di documenti (biglietti aerei, prenotazioni in hotel, biglietti del cinema..). L'utilizzo della piattaforma permette infine di accedere a sconti per le spese effettuate e promozioni dedicate.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.