Facebook: iOS 14 minaccia la monetizzazione dell'advertising

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteUn motore di ricerca targato Apple?
  • SuccessivoL'Italia ha una Strategia Nazionale per le Competenze Digitali
Facebook: iOS 14 minaccia la monetizzazione dell'advertising

iOS 14, prossima versione del sistema operativo mobile di Cupertino che dovrebbe essere distribuito in versione definitiva entro il prossimo autunno, presenta delle restrizioni abbastanza severe per quanto riguarda la tutela della privacy. Questa novità potrebbe impattare notevolmente sul livello di monetizzazione garantito dall'advertising.

A livello tecnico la piattaforma dovrebbe bloccare o rendere sostanzialmente inefficace l'impiego dell'IDFA (Identifier for Advertiser), un codice identificativo grazie al quale è possibile raccogliere informazioni sugli utenti e proporre loro annunci pubblicitari nettamente più personalizzati e quindi efficaci dal punto di vista delle conversioni.

Continua dopo la pubblicità...

Non è quindi un caso che la prima grande azienda a lanciare un allarme in proposito sia stata Facebook, quest'ultima infatti avrebbe già comunicato agli inserzioni che, molto probabilmente, l'aggiornamento di milioni di iPhone in tutto il Mondo a iOS 14 porterà a una diminuzione degli introiti derivanti dalle campagne di advertising.

Da questo punto di vista i portavoce del Sito in Blue sarebbero stati abbastanza chiari: tale problematica riguarderà soltanto parte degli utilizzatori di iPhone ma si tratterà comunque di una quota rilevate e tendenzialmente altospendente, nella peggiore delle ipotesi la monetizzazione derivante da device iOS potrebbe risultare dimezzata.

Come è noto, i rapporti tra la Mela Morsicata e Facebook (così come tra i CEO delle 2 aziende ) non sono stati mai particolarmente cordiali, Tim Cook inoltre non ha mai nascosto di voler perseguire una strategia mirata a spostare gli investimenti degli inserzionisti dai social network ai marketplace dedicati alle applicazioni mobile.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.