Garante: come difendersi dal cyberbullismo

Garante: come difendersi dal cyberbullismo

Il Garante per la protezione dei dati personali ha reso disponibile un'infografica nella quale vengono riportate le modalità con le quali i minori vittime di cyberbullismo possono richiedere l'oscuramento, la cancellazione o il blocco di contenuti online riferiti a loro. Un contributo importante per tutti quei soggetti che in molti casi non conoscono gli strumenti disponibili a loro tutela.

L'Authority precisa che il termine "cyberbullismo" ricomprende qualsiasi forma di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, diffamazione, furto d'identità, alterazione, acquisizione illecita, manipolazione, trattamento illecito di dati personali che vengano effettuati a danno di minori per via telematica. Quindi su qualunque piattaforma online.

A tal proposito le vittime di questo fenomeno possono fare riferimento a quanto previsto dalla legge 71/2017 con la quale è stato previsto che atti di cyberbullismo come per esempio la pubblicazione o la diffusione con altri mezzi di foto e video imbarazzanti o offensivi, oppure pagine Internet o post sui social network in cui si è oggetto di minacce, offese o insulti, possono essere segnalati per impedirne la visibilità.

La vittima può richiedere l'immediata rimozione dei contenuti pubblicati dal sito web o dal social in questione

Come specificato dalla normativa, le richieste di cancellazione dei contenuti devono essere inviate al titolare del trattamento o al gestore del sito Web o del social media in cui sono stati pubblicati i contenuti riconducibili al cybebullismo. Il minore stesso può inviare l'istanza se ha più di 14 anni, se di età inferiore può agire per lui chi ne esercita la responsabilità genitoriale.

Continua dopo la pubblicità...

Una volta ricevuta la richiesta il destinatario della stessa deve fornire una risposta ed eventualmente provvedere all'eliminazione dei contenuti segnalati dal minore o da chi per lui nei tempi previsti dalla legge. Nel caso in cui la richiesta non venga soddisfatta ci si potrà rivolgere direttamente al Garante che si attiverà entro 48 ore dalla ricezione.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.