Immuni diventa interoperabile con altre App per il contact tracing

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedentePlay Store: commissioni del 30% su Google Pay per gli acquisti in-App
  • SuccessivoTikTok: Washington detta le condizioni
Immuni diventa interoperabile con altre App per il contact tracing

Entro poche settimane l'applicazione italiana per il contact tracing Immuni sarà in grado di interagire con altre soluzioni dello stesso tipo realizzate all'interno dell'Unione Europea. Il passaggio verso l'interoperabilità completa avverrà gradualmente e le prime due applicazioni a comunicare con quella nostrana saranno quella irlandese, chiamata COVID Tracker App, e quella tedesca, Corona-Warn-App.

Se tutto dovesse andare come previsto l'interazione con queste ultime dovrebbe essere disponibile entro la metà di ottobre, questo consentirà a tutti coloro che hanno istallato un'applicazione per il contrasto alla pandemia di viaggiare tra Italia, Germania e Irlanda con maggiore sicurezza. Successivamente dovrebbe essere ampliata la platea di software coinvolti.

Continua dopo la pubblicità...

Per poter essere interoperabili, le applicazioni per il contact tracing ufficialmente riconosciute in ambito europeo devono rispettare due criteri fondamentali: la conformità con le normative per la tutela della privacy e la compatibilità con il sistema di "Notifiche esposizione COVID-19" sviluppato da Apple e Google per i sistemi operativi iOS e Android.

Riceverai un avviso ogni volta che entrerai in contatto con una persona risultata positiva al coronavirus

Tale sistema basa il suo funzionamento sul Bluetooth e consente di ricevere un avviso quando si entra in contatto con una persona risultata positiva al COVID-19, anche se asintomatica. Gli utenti che vengono avvertiti dalla propria applicazione di un possibile contagio possono quindi isolarsi e contattare il proprio medico per evitare di contagiare a loro volta altre persone.

Alla base dell'interazione tra le diverse applicazioni nazionali vi sarà un gateway europeo che permetterà di condividere dati utili a fronteggiare la pandemia. Attualmente gli Italiani che avrebbero installato Immuni nel proprio smartphone sarebbero circa 6.6 milioni, il 17% dei dispositivi mobile presenti nel nostro Paese escludendo quelli in possesso di minori al di sotto dei 14 anni.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.