Italia ai primi posti per competitività digitale

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIoT: gli attacchi aumentano anche in Italia
  • SuccessivoTwitter Super Follows, contenuti in cambio di abbonamenti
Italia ai primi posti per competitività digitale

Secondo quanto riportato dal Digital riser report 2021 redatto dai ricercatori dello European center for digital competitiveness della berlinese ESCP business school, attualmente l'Italia sarebbe il Paese europeo digitalmente più competitivo del Vecchio Continente e occuperebbe il secondo posto tra gli stati del G7 e l'ottavo tra quelli del G20.

Questi risultati sarebbero stati ottenuti analizzando i dati messi a disposizione dal WEF (World Economic Forum), dall'ITU (International Telecommunication Union) e dalla Banca Mondiale in modo da verificare quelle che sono state le evoluzioni in termini di competitività digitale nei mercati di ben 137 Paesi nel corso dell'ultimo triennio.

Considerando alcuni fattori come per esempio gli ecosistemi di riferimento, il clima culturale, la disponibilità verso il rischio di impresa e la propensione ad assumere lavoratori di provenienza estera, realtà come il Canada, la Francia e la Penisola rientrerebbero nella categoria dei cosiddetti "digital riser" del G7, quelli che hanno conquistato più posizioni nel periodo considerato.

Nello specifico, grazie al suo incremento pari a 34 punti l'Italia si piazzerebbe seconda dopo il Canada (con +47 punti) e prima dei nostri cugini transalpini (con un +28). Iniziative come l'Italian startup act, lanciato nel 2019 dal ministero dello Sviluppo economico, e Repubblica Digitale avrebbero avuto un ruolo fondamentale nel raggiungimento di tale traguardo.

Continua dopo la pubblicità...

L'Italian startup act ha lo scopo di promuovere incentivi fiscali in favore degli investimenti a supporto delle giovani imprese innovative e delle attività di ricerca e sviluppo. Repubblica Digitale, le cui origini vanno ricercate nel 2019, ha invece l'obbiettivo di facilitare la realizzazione di progetti di formazione digitale e lotta al Digital Divide.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.