JP Morgan: troppo "spazzatura" tra le criptovalute

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
JP Morgan: troppo "spazzatura" tra le criptovalute

Umar Farooq, responsabile della banca d'affari statunitense JP Morgan per i progetti legati al digitale, agli Analytics e alla blockchian, si è reso recentemente protagonista di un'affermazione che non potrà che suscitare polemiche, a suo parere infatti la maggior parte delle criptovalute oggi in circolazione sarebbero semplicemente "spazzatura".

Tali parole sarebbero state pronunciate nel corso di un appuntamento tenutasi a Singapore ed è per molti versi sorprendente se si considera che il colosso finanziario della Grande Mela è stato uno dei primi a definire realtà come Bitcoin ed Ethereum come dei veri e propri "beni alternativi" che dovrebbero essere guardati con attenzione dagli investitori.

Le motivazioni di tale presa di posizione andrebbero ricercate nel fatto che, secondo Farooq, molte criptovalute non hanno alcun valore reale ed esisterebbero esclusivamente per ragioni legate alla speculazione. Il Web3 non sarebbe ancora abbastanza maturo e diversi fondi di investimento nati attorno ai suoi asset non potrebbero essere considerati affidabili.

Sempre a parere del dirigente, le monete digitali in grado di mostrare una reale utilità sarebbero pochissime, alcune dozzine su centinaia di criptovalute coniate nel corso degli ultimi anni, per questo motivo la maggior parte degli asset in circolazione potrebbe essere destinato a scomparire nel nulla con conseguenze prevedibili per chi ha deciso di investire in esse.

Per Farooq gran parte della colpa di questa situazione andrebbe addebitata ai regolatori, questi ultimi infatti si sarebbero dimostrati del tutto incapaci nel gestire un fenomeno cresciuto troppo in fretta e senza alcun controllo. Solo la definizione di regole chiare permetterebbe di distingure in modo chiaro i progetti finanziarimente affidabili dalla "spazzatura"

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti