MSN News licenzia giornalisti e punta sull'AI

La Casa di Redmond è una delle grandi aziende dell'High Tech che nel periodo caratterizzato dall'emergenza coronavirus (Sars-Cov-2) ha deciso di tutelare i posti di lavoro dei propri dipendenti, a differenza dei dirigenti di altre compagnie multinazionali Satya Nadella e soci non hanno annunciato centinaia di licenziamenti e hanno approvato un ricorso massiccio allo smart working.

Ora però anche Microsoft ha deciso di rivedere la sua strategia occupazionale e sarebbe ormai certo che una parte dei giornalisti occupati nella divisione MSN News verranno licenziati, al loro posto opereranno delle Intelligenze Artificiali evidentemente ritenute talmente avanzate da poter sostituire gli sforzi intellettuali di decine di collaboratori.

Continua dopo la pubblicità...

Per la precisione dovrebbero perdere il posto una cinquantina di dipendenti impiegati nella sede statunitense e altri 27 in Gran Bretagna, in ogni caso la società ha voluto precisare che il loro allontamento non è stato determinato in alcun modo da ragioni legate al contenimento delle spese o da una situazione di crisi dovuta alla pandemia.

L'AI dovrebbe essere incaricata di operare una selezione delle fonti e di effettuare una prima stesura dei contenuti destinati alla pubblicazione, ai giornalisti in "carne e ossa" spetterà invece un compito di supervisione ed editing che porterà alla realizzazione del prodotto finito. In questo modo soprattutto la parte iniziale del lavoro di redazione dovrebbe risultara molto più rapida.

Appare chiaro che quanto sta accadendo in MSN News potrebbe presto ripetersi anche nelle altre divisioni dell'azienda i cui processi di business si prestano maggiormente all'automatizzazione. Rimane comunque da capire quanto le AI siano efficaci nel contrastare fenomeni come quelli delle fake news e con quali modalità verranno selezionate le fonti al di là del peso dei trend topic.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.