Nasce la "Coalizione per le competenze e le professioni digitali"

Nasce la "Coalizione per le competenze e le professioni digitali"

Il Ministro per l'Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano ha lanciato la Coalizione nazionale italiana che aderisce alla "Coalizione per le competenze e le professioni digitali" della Commissione europea. Tale iniziativa rientra nell'ambito dell'iniziativa Repubblica digitale, una strategia a livello istituzionale per combattere il fenomeno del Digital Divide.

Lo scopo della colazione nostrana è quello di colmare le diverse forme sociali e culturali di divario digitale tra la popolazione della Penisola. Nel contempo il progetto mira a favorire l'inclusione digitale e a promuovere lo sviluppo di nuove competenze professionali che permettano di accelerare il processo di Digital Transformation del Paese.

Continua dopo la pubblicità...

Come sottolineato dal Ministro, le coalizioni nazionali sono in pratica dei partenariati tra i vari soggetti che negli Stati membri operano per migliorare le competenze digitali dei cittadini a livello nazionale, regionale o locale. Attualmente i Paesi che partecipano al programma sono 24 con il contributo di aziende, ministeri, servizi per l'impiego sia pubblici che e privati, associazioni, organizzazioni non profit e parti sociali.

La creazione della coalizione si sarebbe resa necessaria in seguito ad una semplice osservazione della realtà: in Italia è assolutamente necessario ridurre il Digital Divide presente nella forza lavoro, questa problematica è spesso più grave che nella maggior parte degli altri Paesi europei e solo l'aumento delle competenze professionali potrebbe risolverla.

Stando ai dati messi a disposizione dall'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), in Italia oltre 1/4 della popolazione di età compresa tra i 16 e i 74 anni non avrebbe mai navigato su Internet contro una media internazionale del 14%, parliamo quindi di 10 milioni di nostri concittadini che non utilizzano la Rete.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.