Netflix pensa all'advertising?

Netflix pensa all'advertising?

Netflix, la più nota piattaforma per lo streaming video in abbonamento, starebbe studiando la possibilità di introdurre un nuovo piano che prevede la trasmissioni di annunci pubblicitari durante la trasmissioni dei contenuti. Tale formula non dovrebbe essere del tutto gratuita ma il suo costo potrebbe essere nettamente inferiore rispetto a quello dei piani senza advertising.

In Italia lo streaming con monetizzazione basata sulla pubblicità viene fruito generalmente in modo gratuito, basti pensare a soluzioni di grande successo come VVVVID, mentre si accetta che l'advertising sia presente nei palinsesti delle pay-tv. Negli USA esistono invece servizi come Paramount+ che propongono una formula senza pubblicità per 9.99 al mese e un'altra con annunci pubblicitari a 4.99.

Il target di riferimento di Netflix potrebbe non gradire l'introduzione di una tariffazione di questo genere anche perché molto lontana dal suo tradizionale modello di business, attualmente però il gruppo capitanato da Ted Sarandos avrebbe l'esigenze di ampliare ulteriormente la platea degli utilizzatori, anche in considerazione del successo di offerte concorrenti come quella di Disney+.

A favore di un'ipotesi di questo genere vi sarebbe anche la crescita in termini di fatturato registratasi nel corso degli ultimi anni a favore del mercato pubblicitario sulle piattaforme di streaming, tra il 2017 e lo scorso anno il giro d'affari di quest'ultimo sarebbe passato da 1 a 5 miliardi di dollari e potrebbe superare i 20 miliardi non più tardi del 2025.

Continua dopo la pubblicità...

Ad essere interessante è soprattutto il fatto che l'introduzione di un modello di questo genere potrebbe smentire le teorie che vedono i servizi online obbligati ad abbandonare la monetizzazione basata sulla pubblicità per proporre piani basati sulle sottoscrizioni premium, il solo "canone mensile" potrebbe rivelarsi insufficiente per la sostenibilità di un progetto.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.