ParteciPA lancia "Semplifichiamo!"

ParteciPA lancia "Semplifichiamo!"

ParteciPA, la piattaforma del Governo italiano dedicata ai processi di consultazione e partecipazione pubblica, ha lanciato il progetto "Semplifichiamo!" dedicato alla raccolta di idee e proposte da parte di cittadini e imprese per costruire la nuova Agenda per la Semplificazione. L'invio dei contributi ha avuto inizio il 16 dicembre 2019.

La consultazione ha l'obbietivo di raccoglie esperienze ("storie"), segnalazioni di problemi e proposte di semplificazione con cui capire quali sono i veri problemi quotidiani di cittadini e imprese e in che modo risolverli. L'idea di base del progetto nasce dalla considerazione che solo chi vive le complicazioni della burocrazia può contribuire a cambiare la Pubblica Amministrazione.

Continua dopo la pubblicità...

Il Ministro per la Pubblica Amministrazione preparerà un pacchetto di azioni rapide per la semplificazione sulla base delle indicazioni ricevute, fatto questo predisporrà d'intesa con le Regioni e gli Enti Locali la nuova Agenda per la Semplificazione che avrà il compito di indicare obiettivi, risultati attesi per cittadini e imprese, responsabilità e tempi di realizzazione.

E' possibile contribuire compilando un apposito questionario anonimo in cui indicare un problema e la relativa proposta per la sua soluzione, definire i principali problemi di complicazione burocratica incontrati durante la propria vita o attività lavorativa e inviare alcune informazioni personali (ad esempio la propria occupazione) con cui contestualizzare i contributi.

Possono partecipare all'iniziativa cittadini, imprese, operatori delle pubbliche amministrazioni, esperti, professionisti e le loro associazioni, c'è tempo fino al 15 marzo 2020. Per informazioni, o per far fronte ad eventuali problematiche tecniche rilevate durante la compilazione, è possibile scrivere all'indirizzo email [email protected]

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.