Play Store: commissioni dimezzate sulle App

Play Store: commissioni dimezzate sulle App

Mountain View ha deciso di incoraggiare ulteriormente la partecipazione degli sviluppatori che pubblicano applicazioni sul Google Play Store dimezzando le commissioni sulle vendite e gli altri introiti derivanti dalla piattaforma, come per esempio quelli generati tramite gli acquisti in-App. Tale iniziativa dovrebbe incentivare la produzione e il miglioramento delle soluzioni per Android.

Attualmente Big G trattiene una percentuale pari al 30% su tutte le entrate che le software house e i professionisti del codice maturano attraverso il marketplace del Robottino Verde ma, a partire dal I luglio 2021, tale commissione scenderà al 15% calcolato sul primo milione di dollari, poco meno di 850 mila euro, generato nel corso di un anno.

A dare la buona notizia è stato Sameer Samat, vice presidente della divisione Product Management, tramite un post pubblicato sull'Android Developers Blog. Nell'articolo viene ricordato che con il taglio delle commissioni il 99% degli sviluppatori commercialmente attivi sul Play Store corrisponderanno a Google la metà di quanto hanno sempre pagato.

Chiaramente, quando si parla del "primo milione" si intende una soglia massima che ricomprende anche tutti coloro che generano in un anno cifre ben inferiori, nel caso in cui si dovesse superare tale limite Mountain View applicherà la commissione standard del 30% seguendo il modello di business proposto da Apple tramite il suo App Store Small Business Program.

Continua dopo la pubblicità...

Ed esattamente come accade nel caso della Mela Morsicata le perdite in termini economici per il Play Store saranno minime, questo perché la stragrande maggioranza delle entrate da esso generate sono dovute al lavoro di pochissime aziende di grandi dimensioni che da sole muovono un giro d'affari ben superiore al milione di dollari.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.