PrestaShop conquista l'e-commerce italiano

PrestaShop conquista l'e-commerce italiano

PrestaShop, società leader in Europa nell'offerta di soluzioni e piattaforme Open Source per il commercio elettronico come l'omonimo CMS per l'e-commerce, ha recentemente tracciato una retrospettiva sui risultati ottenuti della sua divisione italiana alla luce di circa 250 mila negozi online attualmente attivi in tutto il mondo.

Nel corso del 2015 il numero degli store nella Penisola sarebbe salito del 45% rispetto all'anno precedente, un risultato in grado di testimoniare l'entusiasmo dimostrato da un numero sempre maggiore di imprenditori che ha scelto PrestaShop. Il successo riscosso dal progetto avrebbe permesso inoltre di attivare diverse partnership con agenzie e altri operatori del settore.

A questo proposito il mercato italiano si starebbe dimostrando particolarmente promettente per quanto riguarda lo sviluppo dell'e-commerce; nel 2015 il tasso di crescita dello shopping online sarebbe stato superiore del 17% rispetto a mercati più maturi quali quelli di Regno Unito, Germania e Francia per un fatturato derivante dalle vendite online cresciuto del 19% in un anno.

Google AdWords, Twenga, Elogistics e Hipay sono soltanto alcuni dei parner che attualmente operano con PrestaShop, azienda nata nel 2007 ora inserita nella lista "Inc. 5000" che include le aziende con il maggior tasso di crescita in Europa. Tra i riconoscimenti conseguiti vi è anche il "CMS Critic Award" come migliore soluzione per l'e-commerce delle PMI.

Continua dopo la pubblicità...

PrestaShop sarà presente il 18 e 19 maggio al Netcomm Forum presso lo Stand A13. Tra i più importanti progetti italiani sviluppati con PrestaShop vi è anche Slow Food Editore attivato nel corso del 2016 e nato in seguito al valido supporto offerto dalla piattaforma per l'attività di tesseramento di Slow Food Italia.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.