Privacy: sanzioni per oltre 300 milioni nel 2020

Privacy: sanzioni per oltre 300 milioni nel 2020

Secondo il "Rapporto statistico 2020, sanzioni privacy in Europa" pubblicato dall'Osservatorio di Federprivacy, durante lo scorso anno in Europa sarebbero state erogate sanzioni per circa 307 milioni di euro a danno di soggetti che avrebbero operato in violazione delle normative per la tutela dei dati personali e quindi del GDPR (General Data Protection Regulation).

Nel complesso le sanzioni comminate in un totale di 30 Paesi che appartengono alla cosiddetta EEA (European Economic Area), quindi i 27 dell'Unione più la Gran Bretagna e i 3 stati aderenti all'EFTA (European Free Trade Association), sarebbero state 341 di cui 133 erogate dalla sola Authority spagnola per un totale di 8 milioni di euro.

Continua dopo la pubblicità...

In Italia sono state emesse multe per violazione della privacy per più di 58 milioni di euro

Le sanzioni prodotte in Italia sarebbero state invece in numero nettamente inferiore, appena 35, ma per un ammontare ben più elevato: 58.1 milioni di euro. 26 quelle imposte in Romania ma per cifre ben più contenute, mentre dal punto di vista del contributo economico al totale quello più rilevante sarebbe stato registrato in Francia con più di 138 milioni di euro comminati tramite appena 8 sanzioni.

Inferiore rispetto alla Penisola anche l'ammontare complessivo delle sanzioni erogate dalle autorità britanniche e tedesche: rispettivamente 45 e 37.3 milioni di euro con 5 e 3 provvedimenti. Per quanto riguarda l'importo medio delle sanzioni, anche in questo caso il primato spetterebbe alla Francia (17.3 milioni) seguita da Germania (12.4) e Regno Unito (9).

Quasi il 60% delle violazioni avrebbero fatto riferimento a mancata conformità con le normativa sulla formulazione del consenso al trattamento dei dati e sulla trasparenza, da segnalare infine che il comparto più colpito sembrerebbe essere stato quello delle attività su Internet (in particolare e-commerce) con quasi 150 milioni di euro in sanzioni.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.