Regno Unito: gli ISP vigileranno sul P2P

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle vicino all'acquisizione di Digg
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Nel Regno Unito 6 tra i più grandi providers di connettività hanno deciso di accordarsi con le Majors discografiche e cinematografiche per limitare il fenomeno della condivisione tramite P2P di materiali protetti da diritto d'autore.

Questi ISP (Virgin Media, Sky, Carphone Warehouse, BT, Orange e Tiscali) non si occuperanno però di bloccare gli utenti più attivi nel download illegale, ma si limiteranno a inviare delle lettere di avvertimento; eventuali provvedimenti verranno presi soltanto contro i recidivi (ma non si sa da chi e come...).

In questo modo i providers britannici non hanno accettato di allinearsi alle richieste iniziali delle Majors, queste infatti avrebbero preferito un ruolo molto più attivo dei fornitori di connettività che però si son ben guardati dal mettersi contro i propri clienti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.