T-Mobile e Nokia: 3.5 miliardi per il 5G

T-Mobile e Nokia: 3.5 miliardi per il 5G

Nokia e T-Mobile avrebbero recentemente siglato un accordo finalizzato ad un investimento pari a 3.5 miliardi di dollari per lo sviluppo di infrastrutture di rete in 5G. Stando a quanto dichiarato da Neville Ray, CTO di T-Mobile, tale iniziativa testimonierebbe quanto l'azienda statunitense abbia deciso di investire fino all'ultimo dollaro a disposizione sul nuovo standard per le telecomunicazioni.

Ma cosa prevede la più importante partnership per il 5G mai realizzata fino ad ora? Nello specifico Nokia si sarebbe impegnata a fornire la propria tecnologia end to end, il proprio network, le necessarie applicazioni a supporto e l'intero portfolio di servizi a sua disposizione. T-Mobile avrà così accesso ad un'infrastruttura che sarebbe stato estremamente costoso implementare internamente.

Continua dopo la pubblicità...

L'accordo tra le due compagnie sarebbe stato concepito tenendo conto di tutte le specifiche previste dallo standard 3GPP 5G New Radio, rispettando quindi quelle che sono le prescrizioni a riguardo a livello internazionale, mentre la rete 5G che verrà sviluppata andrà ad agire sulle frequenze 600 MHz e 28 GHz millimeter wave.

Commentando la nuova collaborazione con T-Mobile, la Nokia ha voluto ricordare che il 5G non permetterà soltanto di ottenere connessioni più veloci su rete mobile, ma rappresenterà la base per implementare tecnologie incentratre sull'IoT (Internet of Things), le auto a guida autonoma, l'automazione dei processi industriali e la sanità smart.

Tra i primi effetti della partnership vi sarà l'esecuzione di diversi test che nei prossimi anni coinvolgeranno vari settori non solo economici tra cui l'agricoltura, le attività delle istituzioni governative, i servizi per la cura della salute, il commercio al dettaglio, il comparto manifatturiero, le utility e i trasporti.

  • Argomenti:

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.