Gli USA mettono al bando gli antivirus di Kaspersky

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook modifica le policy per la monetizzazione delle news
  • SuccessivoAccuse di distribuire malware per CCleaner
Gli USA mettono al bando gli antivirus di Kaspersky

Il Dipartimento della Sicurezza Interna USA avrebbe deciso di bandire tutti gli antivirus prodotti dall'azienda russa Kaspersky, questo significa che tali applicazioni non potranno essere utilizzate per proteggere terminali delle agenzie federali statunitensi. Tale direttiva sarebbe stata emanata per esigenze legate alla lotta al cyberspionaggio.

Quanto stabilito dovrà essere applicato in tempi estremamente brevi, si avranno infatti non più di 30 giorni per censire tutti i software della Kaspersky attualmente installati, mentre per rimuoverli e dotare i computer di soluzioni antivirus alternative non si dovrà andare oltre i 60 giorni dal termine della rilevazione.

Ma perché il Governo USA ritiene queste applicazioni pericolose? Per essere eseguite esse richiedono provilegi di accesso molto elevati, ne consenguirebbe il rischio di esporre file contenenti dati classificati all'attenzione di una potenza straniera, nel caso specifico la Confederazione Russa. Si tratterebbe quindi di una misura necessaria per la sicurezza nazionale.

Non si tratta comunque della prima iniziativa del Dipartimento contro i prodotti della Kaspersky, recentemente infatti quest'ultima è stata cancellata dall'elenco dei fornitori dell'amministrazione federale. La compagnia sarebbe infatti accusata di coltivare legami troppo stretti con i servizi segreti russi che potrebbero accedere a dati destinati invece a rimanere top secret.

Da parte loro i responsabili di Kaspersky avrebbero rigettato ogni accusa e sottolineato che tutti i contenuti manipolati dai loro antivirus vengono protetti attraverso algoritmi di criptazione. Le autorità USA avrebbero dato al gruppo la possibilità di dimostrare la propria innocenza, ma a questo punto è difficile pensare ad una possibile riconciliazione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.