Wi-Fi libero nei pubblici esercizi

Per lungo tempo il Digital Divide il Italia non è stato favorito soltanto da carenze infrastrutturali ma anche da normative e impedimenti burocratici unici al Mondo, fino a ieri infatti i gestori dei pubblici esercizi non potevano fornire liberamente connettività Wi-Fi senza essere ritenuti responsabili dell'attività degli utenti.

Ora però un intervento in proposito da parte del Garante della Privacy dovrebbe aver posto fine a quello che per anni è stato un vero e proprio anacronismo, l'Authority avrebbe infatti stabilito che i gestori dei locali dovranno essere sollevati da qualsiasi responsabilità riguardante la navigazione dei propri clienti.

Continua dopo la pubblicità...

La disposizione del Garante avrà valore anche nel caso siano gli stessi esercenti a mettere a disposizione i computer attraverso i quali accedere alla Rete, eventualmente il gestore potrà richiedere un'autorizzazione al trattamento dei dati personali nel caso in cui necessiti di informazioni riguardanti l'utente.

Questa attesa novità sarebbe divenuta una realtà grazie all'azione di pressione operata dalla FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), la quale non avrebbe fatto altro che chiedere al Garante di confermare quanto già disposto all'interno del Decreto Milleproroghe del 2010.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.