Windows 11: l'account diventa obbligatorio?

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Windows 11: l'account diventa obbligatorio?

Una delle novità del prossimo aggiornamento di Windows 11 Pro potrebbe non essere gradita a tutti gli utilizzatori del sistema operativo della Casa di Redmond, sembrerebbe infatti che per il suo utilizzo sarà obbligatorio disporre di un account Microsoft. Dato che l'account dovrà essere verificato, ne consegue che non sarà possibile loggarsi se non di dispone di una connessione ad Internet.

Almeno apparentemente questo requisito non dovrebbe rappresentare un problema, ma le circostanze in cui la connessione potrebbe non essere disponibile rimangono ancora oggi tantissime. Certo è possibile sfruttare il proprio smartphone come hotspot, ammesso di non averlo dimenticato a casa, ma nel caso delle connessioni a consumo ciò rappresenterebbe in ogni caso un costo.

L'autenticazione account Microsoft necessaria autenticazione per poter accedere ai contenuti.

Il possesso di un account Microsoft permette di usufruire di alcuni vantaggi, come per esempio la possibilità di utilizzare lo store per scaricare le applicazioni dedicate al sistema e la sincronizzazione dei dati tra diversi dispositivi. Rimane però il fatto che dall'autenticazione dipenderebbe anche l'accesso a tutti gli altri contenuti presenti in un terminale.

Per il momento tale novità sarebbe ancora in fase di sperimentazione e ad averla notata sarebbero stati soltanto alcuni utenti che hanno aderito al programma di test dedicato agli Insider, si tratta quindi di una feature che potrebbe non essere inclusa in un aggiornamento definitivo nel caso in cui i feedback degli utenti dovessero essere negativi.

La volontà di standardizzare le installazioni di Windows e di rendere la user experience della piattaforma quanto più omogenea possibile appare comunque abbastanza chiara, probabilmente in futuro la disponibilità di un account sarà di fatto obbligatoria ma forse è ancora troppo presto per condizionare l'accesso al sistema ad una procedura che in parte avviene online.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti