Windows 8.1: fine del ciclo di vita

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Windows 8.1: fine del ciclo di vita

La Casa Di Redmond ha posto fine al ciclo di vita del sistema operativo Windows 8.1 che non riceve più alcun tipo di aggiornamento, compresi quelli dedicati alla sicurezza, a partire dal 10 gennaio del 2023. Parliamo in ogni caso di una piattaforma scarsamente utilizzata con un market share che oggi supera a malapena i 2.5 punti percentuali.

Tale deadline arriva insieme a quella che ha coinvolto negli stessi giorni un altro prodotto "storico" della Microsoft, Windows 7, che dopo aver perduto il supporto ufficiale da parte della compagnia nel gennaio del 2020 continuava ad essere utilizzabile in sicurezza dalle aziende grazie al programma ESU (Extended Security Update) a pagamento.

Con il pensionamento del non fortunatisso Windows 8.1 e di un Seven che era stato accolto con maggior favore dall'utenza, Satya Nadella e soci potranno concentrare un maggior numero di utenti su Windows 11, questo anche in considerazione del fatto che Windows 10 continuerà ad essere supportato fino al 14 ottobre 2025 (versioni Home e Pro).

Il rischio per i (pochi) che continueranno ad utilizzare Windows 8.1 (ma il discorso vale anche per i più numerosi utenti di Windows 7) è ora quello di non poter contare su un sistema sicuro, stabile ed affidabile. La scadenza dei periodi di supporto attira poi l'attenzione di utenti malintenzionati che potrebbero sfruttare la scoperta di nuove vulnerabilità.

Windows 8.1 divenne disponibile nell'ottobre del 2013. Il suo rilascio fu quasi obbligato per via del fatto che i feedback riguardanti il predecessore Windows 8 (commercializzato a partire da ottobre 2012) erano stati in buona parte negativi, soprattutto a causa del tentativo di rimuovere il pulsante "Start" e di frapporre lo Start Screen tra l'avvio e il Desktop.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti