Adobe acquisisce Magento per 1.68 miliardi di dollari

Adobe acquisisce Magento per 1.68 miliardi di dollari

La multinazionale californiana Adobe avrebbe acquisito la società che gestisce la piattaforma di e-commerce Magento per 1.68 miliardi di dollari. Tale iniziativa sarebbe stata motivata dall'esigenza di estendere ulteriormente le attività di San Jose nel settore del commercio elettronico ed è prevedibile l'integrazione del nuovo asset nell'Adobe Experience Cloud.

L'operazione non sarebbe ancora conclusa in quanto i vertici di entrambe le azienda sarebbero ora in attesa dell'approvazione da parte delle autorità di controllo del mercato. Se tutto dovesse andare come previsto il passaggio di proprietà dovrebbe essere completato entro il terzo trimestre dell'anno corrente, ma fino ad allora i due progetti continueranno ad essere gestiti separatamente.

Continua dopo la pubblicità...

Sarebbero stati invece già presi accordi relativamente agli assetti della futura dirigenza, percui Mark Lavelle, attuale CEO di Magento, dovrebbe acquisire la carica di coordinatore del team Digital Experience di Adobe e rispondere direttamente Brad Rencher, digital manager nonché vice presidente del gruppo acquirente.

Stando a quanto dichiarato dallo stesso Rencher, Adobe opera già in diversi comparti che vanno dalla creazione software all'advertising, dallla realizzazione di contenuti all'analisi dei dati fino ad marketing. Mancava quindi un tassello importante quale quello dell'e-commerce che una soluzioni come Magento permetterà di implementare in tempi molto brevi.

Magento infatti non è semplicemente un'applicazione per lo shopping online, ma mette a disposizione un'infrastruttura completa per la gestione degli store e può contare sulla partecipazione di oltre 300 mila sviluppatori. Rappresenta quindi una soluzione ideale per Adobe che desidera operare sia per il mercato B2B che per quello B2C.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.