Anche Spotify aumenta i prezzi, ma non subito

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Anche Spotify aumenta i prezzi, ma non subito

Nelle scorse ore quasi tutte le piattaforme che offrono servizi on demand hanno aumentato i prezzi dei propri abbonamenti, un po' a causa dell'inflazione galoppante, un po' a causa della situazione macroeconomica incerta e, nella maggior parte dei casi, giustificando i rincari con la non meglio precisata esigenza di "investire per migliorare le funzionalità offerte".

Brutte notizie in questo senso potrebbero arrivare presto anche da Spotify, anzi sarebbero già arrivate in quanto il CEO e fondatore Daniel Ek avrebbe confermato l'intenzione di ritoccare i listini. Nello specifico ciò sarebbe avvenuto durante una riunione virtuale tenutasi con gli investitori per discutere le cifre dell'ultima trimestrale di cassa.

Per la precisione Ek avrebbe parlato di un aumento delle tariffe nel mercato degli Stati Uniti, è però abbastanza chiaro che una decisione in questo senso non potrebbe riguardare soltanto l'utenza degli USA. In ogni caso almeno per tutto il 2022 i prezzi dovrebbero rimanere quelli praticati fino ad ora per la sottoscrizione premium del servizio.

Ek avrebbe affermato inoltre che quando la concorrenza decide per dei rincari Spotify non può che guadagnarci, parole che forse nascondono l'intenzione di mantenere inalterati i prezzi almeno fino al 2023 per attrarre sulla propria piattaforma quanti più utenti possibili tra coloro che hanno deciso di abbandonare gli altri servizi dopo gli aumenti.

Come reagiranno i consumatori a questa ondata di rincari? Quasi sicuramente assisteremo ad una migrazione più o meno estesa verso gli abbonamenti gratuiti, o più economici, che prevedono la visualizzazione di annunci pubblicitari. è più difficile ipotizzare un abbandono di massa delle piattaforme che sono ormai entrate nelle abitudini quotidiane degli utenti.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti