Android: il tracciamento si potrà disabilitare

Android: il tracciamento si potrà disabilitare

Come avvenuto già da qualche mese per l'ecosistema iOS di Apple, anche Google avrebbe deciso di rinunciare (o quasi) alle tecnologie per il tracciamento degli utenti su Android. Tale decisione sarebbe stata presa tenendo conto delle forti pressioni provenienti dai garanti della privacy e dalla autorità di mercato europei e statunitensi.

A conferma di ciò vi sarebbero le recenti dichiarazioni ufficiali da parte dei portavoce di Mountain View, secondo i quali gli utilizzatori del Robottino Verde avranno la possibilità di disattivare qualsiasi strumento per il tracking delle abitudini di navigazione venga utilizzato negli annunci pubblicitari. Un cambio di rotta che potrebbe avere delle conseguenze anche importanti per le casse dell'azienda.

Se infatti la Casa di Cupertino deve la sua fortuna in particolare alla distribuzione dei propri dispositivi, l'advertising rappresenta oggi circa l'80% del fatturato di Big G. Lo stesso discorso potrebbe essere fatto per realtà come Facebook che devono praticamente tutte le proprie entrate alle pubblicazioni degli inserzionisti e ai dati che vengono raccolti attraverso di esse.

Per Google si tratta inoltre di un ulteriore passo avanti per quanto riguarda il rispetto della privacy, ad oggi infatti chi utilizza Android ha già la possibilità di disabilitare la visualizzazione degli annunci personalizzati. Con questa nuova iniziativa le aziende potrebbero non avere più la possibilità di sfruttare gli Advertising ID che fungono da identificatori univoci per i device.

Continua dopo la pubblicità...

Se tutto dovesse andare come previsto la prima versione del sistema operativo a supportare tale feature dovrebbe essere la 12. Dalla fine del 2021 essa interesserà le applicazioni in esecuzione su Android, successivamente, e prevedibilmente entro l'inizio del prossimo anno, si avrà un'estensione a tutti gli smartphone equipaggiati con il Play Store.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.