App: sviluppando per Play Store si guadagna di meno

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteAlla Bocconi inaugura la prima cattedra di Machine Learning
  • SuccessivoIl dominio Volunia.it è in vendita
App: sviluppando per Play Store si guadagna di meno

Secondo una recente rilevazione svolta dai ricercatori di Morgan Stanley Google Play Store sarebbe in grado di generare un numero di download molto più elevato rispetto all'App Store di Cupertino, nonostante ciò il primo risulterebbe essere meno redditizio del secondo, sia per la casa madre che per gli sviluppatori che pubblicano le proprie applicazioni.

Nel corso del primo trimestre dell'anno corrente il Play Store avrebbe generato entrate nette pari a 0.10 centesimi di dollaro per ciascun download contro i 0.44 dell'App Store. Tali cifre sarebbero anche l'effetto di una maggiore propensione all'acquisto da parte degli utilizzatori di iDevice, mentre gli utenti Android ricercherebbero più frequentemente soluzioni gratuite.

Continua dopo la pubblicità...

A confermare tale andamento vi sarebbero anche i dati di crescita relativi all'ultimo quadriennio, periodo durante il quale i ricavi del market place di Apple sarebbero cresciuti del 119%, mentre nel caso di quello di Mountain View l'incremento registrato non avrebbe superato il 14%. Il tutto considerando che il numero di dispositivi Android è nettamente superiore rispetto a quello dei modelli equipaggiati con iOS.

Da tenere in considerazione è anche il dato relativo al guadagno medio derivante da un singolo device: nel caso dei possessori di dispositivi iOS avremmo infatti una spesa media pari a 5.88 dollari, cifra che scenderebbe ad appena 0.47 dollari per Android. Sarebbero quindi le differenti abitudini dei target di riferimento a determinare l'entità degli introiti.

In sostanza, sviluppare (e pubblicare) un'applicazione per Android si tradurrebbe nella possibilità di raggiungere una quota di mercato particolarmente ampia, ma una soluzione per iOS potrebbe avere maggiori possibilità di essere acquistata pur facendo riferimento ad un ecosistema meno frequentato.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.