Apple: tutta la potenza del nuovo Mac Studio con Studio Display

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMcAfee è il miglior antivirus del 2021
  • SuccessivoTraffico Internet: gli Europei preferiscono ancora il Desktop
Apple: tutta la potenza del nuovo Mac Studio con Studio Display

Il nuovo Mac Studio è probabilmente la novità più rilevante dell'evento Peek Performance tenuto nelle scorse ore dalla Casa di Cupertino, un Desktop pensato per offrire prestazioni mai viste prima che si affianca a Studio Display, un monitor pensato appositamente per le postazioni professionali con esigenze oltre gli standard comuni per l'audio e il video.

Il Mac Studio è disponibile in due modelli che si differenziano innanzitutto per il processo: M1 Max o M1 Ultra. Nel primo caso si potrà contare su una CPU fino a 2.5 volte più veloce rispetto all'iMac da 27 pollici più performante con processore 10-core, nel secondo invece il miglioramento sarà pari a 3.8 volte se confrontato con lo stesso modello di iMac.

Stesso discorso per quanto riguarda la resa grafica: nel caso del chip M1 Max le prestazioni saranno 3.4 volte migliori rispetto a quelle dell'iMac da 27 pollici e oltre il triplo se confrontate con quelle del Mac Pro con la sua GPU più diffusa, in quello del M1 Ultra si avranno invece prestazioni grafiche superiori di 4.5 volte rispetto allo stesso modello di iMac e fino all'80% rispetto al Mac con GPU più veloce.

Si tratta di un terminale pensato per processare qualsiasi tipo di contenuto, quando equipaggiato con M1 Ultra è in grado di riprodurre fino a 18 stream video ProRes 422 in formato 8K, ciò anche grazie ad un disco SSD che può ospitare fino a 8 TB di dati e di esprimere una velocità fino a 7.4 GB al secondo. Il prezzo parte da 2.349 euro per unità.

Il modello più economico di Studio Display costa invece 1.799 euro, il monitor da 27 pollici dispone di un display retina 5K con risoluzione fino a oltre 14.7 milioni di px e 1 miliardo di colori. La videocamera in dotazione, con supporto gradangolare, riduzione della distorsione e inquadratura automatica, è stata ereditata dal tablet iPad.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti