Attacco informatico contro Unicredit

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteKaspersky Free: l'antivirus gratuito che viene dalla Russia
  • SuccessivoRilasciato WordPress 3.0.1

Nelle scorse ore i sistemi informatici dell'istituto di credito Unicredit avrebbero subito un attacco durante il quale utenti malintenzionati sarebbero riusciti a violare gli account di circa 400 mila correntisti; l'incursione si sarebbe risolta con l'accesso ad informazioni quali codici IBAN e altri dati personali, ma le password sarebbero rimaste al sicuro.

Nello stesso modo gli attaccanti non avrebbero avuto accesso a dati sensibili quali i saldi dei conti correnti, le informazioni relative ai depositi dei titoli, ai movimenti di denaro o alle carte di credito attivate dai clienti. In sostanza nessun dato utile ad effettuare delle transazioni non autorizzate sarebbe nella disponibilità di chi ha condotto l'attacco.

Stando alle notizie attualmente disponibili l'azione malevola sarebbe stata condotta tramite un partner esterno della banca italiana, i responsabili di quest'ultima avrebbero già dichiarato di voler presentare un esposto a riguardo presso la Procura della Repubblica di Milano e di voler garantire un livello sempre maggiore di sicurezza grazie al piano Transform 2019 che prevede un investimento pari a 2.3 milairdi di euro.

Quanto avvenuto non sarebbe l'esito di un'unica violazione, l'attacco sarebbe stato condotto almento in due parti con un primo episodio manifestatosi tra settembre e ottobre dell'anno passato e un secondo tra giugno e luglio dell'anno corrente. I motivi di tali incursioni sarebbero però al momento ignoti e oggetto di un'indagine interna.

Continua dopo la pubblicità...

Chi volesse ricevere ulteriori informazioni in merito potrà contattare l'assistenza di Unicredit tramite il numero verde 800 323285, in alternativa è possibile rivolgersi direttamente al personale della propria filiale. I titolari degli account coinvolti verranno contattati attraverso canali dedicati che per maggior tutela non saranno né le chiamate telefoni dirette né la posta elettronica.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.