Bank of America lancia il suo assistente virtuale

Bank of America ha annunciato ufficialmente la disponibilità di Erica, il primo assistente virtuale basato su tecnologie per l'Intelligenza Artificiale mai realizzato da un istituto finanziario. La nuova applicazione per il mobile banking è ora a disposizione degli oltre 25 milioni di clienti del gruppo residenti in 10 stati differenti.

Erica svolge un duplice compito: da una parte consente di effettuare una serie di attività con l'aiuto di comandi vocali, dall'altra sfrutta gli algoritmi per il deep learning in dotazione alla piattaforma per imparare dal comportamento e dalle abitudini degli utenti. In questo modo, con il tempo, sarà in grado di fornire servizi sempre più personalizzati e precisi.

Continua dopo la pubblicità...

Le istruzioni vocali non saranno l'unica interfaccia a disposizione degli utilizzatori, l'applicazione è infatti in grado di interpretare comandi inviati in formato testuale o persino tramite gesture. In ogni caso, è presumibile che le funzionalità a disposizione per l'interpretazione del linguaggio naturale saranno tra le più utilizzate, gli utenti possono infatti sfruttare l'esperienza già maturata con strumenti come Siri, Alexa e Assistente Google.

Non mancano naturalmente gli strumenti più orientati al Fintech, per cui Erica può essere utilizzata non soltanto per svolgere operazioni comuni, come per esempio i pagamenti dai dispositivi mobili, ma anche per ricevere indicazioni e suggerimenti sulle migliori strategie finanziarie da intraprendere per investire i propri risparmi.

Con il miglioramento dell'applicazione diverranno via via disponibili nuove feature, come per esempio il supporto delle notifiche proattive in prossimità delle scadenze (bollette, fatture, abbonamenti..) e la possibilità di gestire carte di credito. L'attuale stato di avanzamento del servizio è dovuto ad una lunga procedura di test che ha coinvolto inizialmente i dipendenti della stessa Bank of America.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.