Bitdefender: in Italia poca attenzione per la Cybersecurity

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGeneral availability per Windows Virtual Desktop
  • SuccessivoUE: le strategie per l'indipendenza tecnologica
Bitdefender: in Italia poca attenzione per la Cybersecurity

I ricercatori Bitdefender hanno condotto una rilevazione dedicata alla percezione della sicurezza in azienda che ha coinvolto i dipendenti di circa 6 mila attività economiche concentrate in 8 diversi Paesi tra cui anche l'Italia. Il quadro relativo alla Penisola sembrerebbe essere però alquanto sconfortante in quanto caratterizzato da una scarsa attenzione per le tematiche legate alla Cybersecurity.

Relativamente al nostro Paese, una delle lamentele più diffuse riguarderebbe l'incapacità dei vertici di privilegiare gli aspetti riguardanti la sicurezza. Da sottolineare però che da questo punto di vista, la situazione nostrana sembrerebbe migliore rispetto a quella degli altri mercati compresi nel campione, con un 49% di segnalazioni contro una media globale del 57%.

Continua dopo la pubblicità...

A determinare la marginalità della Cybersecurity in azienda sarebbero in particolare i limiti di budget, solo il 24% dei lavoratori italiani riterrebbe sufficienti gli stanziamenti destinati alla sicurezza informatica mentre soltanto nel 47% dei casi (contro una media del 57%) verrebbero effettivamente messe a disposizione delle risorse dedicate alla protezione delle infrastrutture informatiche.

Se nel complesso solo il 30% degli intervistati avrebbe sottolineato l'assenza di un SOC (Security Operation Center) nell'organigramma della propria compagnia, questo dato crescerebbe in Italia fino a 42 punti percentuali. Ne conseguirebbero processi di reazione spesso molto lenti alle violazioni informatiche e una moltiplicazione del danno da attacco.

Sempre nel nostro Paese sarebbe stata registrata una generale mancanza di personale competente, criticità citata da un terzo del campione, e alla carenza di strumenti tecnologici adeguati all'infrastruttura da tutelare (38%). Per oltre il 60% del campione il ripetersi di un episodio come quello legato alla diffusione del ransomware WannaCry potrebbe non essere arginabile con le soluzioni attualmente a disposizione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.