E-commerce: la UE elimina i blocchi geografici

E-commerce: la UE elimina i blocchi geografici

L'Unione Europea è intenzionata ad ampliare il mercato di riferimento per i negozi di commercio elettronico degli stati membri eliminando qualsiasi forma di discriminazione su base nazionale e rimuovendo nel contempo i blocchi geografici che, in alcuni casi, impediscono agli e-commerce di operare in determinate aree.

Il progetto prevede di raggiungere due risultati: estendere quanto più possibile la platea dei potezionali acquirenti per incrementare il giro d'affari degli store e offrire ai consumatori un maggior numero di alternative, il tutto favorendo quella concorrenza che il frequente ricorso al geoblocking ha spesso limitato in più di un'occasione.

Continua dopo la pubblicità...

Altro obbiettivo della UE è quello di rendere più convenienti le spese di spedizione tra stati, a questo proposito esiste già una direttiva che risale allo scorso aprile. Quest'ultima ha lo scopo di rendere tali costi più omogenei tra le diverse nazioni del mercato unico, ma fino ad oggi diversi governi si sarebbero dimostrati molto lenti (se non addirittura negligenti) nella sua applicazione.

Il 27 settembre vi sarà una riunione a cui parteciperanno tutti i ministri interessati, dopo quella data dovrebbero essere comunicati gli ultimi aggiornamenti per quanto riguarda le politiche comunitarie in tema di shopping online. L'augurio è che intorno a tali questioni si trovino posizioni comuni altrettanto efficaci di quelle che hanno permesso di rimuovere le maggiorazioni per il roaming telefonico.

La prima certezza riguarda l'appuntamento con il 3 dicembre 2018, giorno entro il quale entrerà in vigore il nuovo regolamento per la rimozione dei blocchi regionali ingiustificati. La strada per un mecato digitale unificato in Europa sembrerebbe essere stata segnata, ma spetterà ai singoli stati fare in modo che essa sia il più possibile priva di ostacoli.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.