Cryptovalute vietate in India?

Cryptovalute vietate in India?

Le autorità indiane sarebbero intenzionate ad introdurre quanto prima una nuova normativa in materia monetaria che, se approvata, impedirebbe a qualsiasi cittadino del Paese asiatico di utilizzare le cryptovalute. Queste ultime verrebbero vietate infatti sia come strumento per i pagamenti che come forma di investimento o risparmio.

Secondo le notizie attualmente disponibili, quella ideata dal governo di New Delhi potrebbe rivelarsi come la legge più restrittiva mai discussa per contrastare la diffusione di bitcoin e delle altre divise digitali, in essa sarebbero state previste addirittura delle pesanti sanzioni economiche anche per il solo fatto di possedere una cryptovaluta.

Ma quali sarebbero le ragioni di questa presa di posizione? Da una parte le istituzione locali sarebbero preoccupate per la stabilità della rupia e del sistema bancario indiano mentre, dall'altra, vi sarebbe in progetto di lanciare una cryptovaluta nazionale il cui successo potrebbe essere ostacolato dalla disponibilità di alternative nel mercato delle monete virtuali.

Almeno per ora le autorità non avrebbero alcuna intenzione di rendere questo provvedimento definitivo, esso infatti dovrebbe rimanere in vigore soltanto per 6 mesi in modo da permettere l'affermazione della cryptovaluta "di stato". Durante tale periodo chi dovesse possederne degli esemplari sarà sostanzialmente obbligato a monetizzarle in valute tradizionali.

Continua dopo la pubblicità...

L'India non è nuova a questo tipo di iniziative, si ricorda infatti che alcuni anni fa' il Governo era stato in procinto di introdurre pene fino a 10 anni di carcere per chiunque operasse nel settore delle cryptovalute, nonostante ciò si calcola che attualmente i cittadini del Paese possiederebbero circa 1.4 miliardi di dollari convertiti in monete virtuali.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.