Cybercrime: sanità a rischio

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteE-learnig: le specifiche del Garante
  • SuccessivoLe startup chiedono un fondo di garanzia dedicato
Cybercrime: sanità a rischio

Il Nucleo di Sicurezza Cibernetica del DIS (Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza) lancia l'allarme: in questo momento il Cybercrime starebbe tentando di violare con sempre maggiore intensità i sistemi informatici delle organizzazioni sanitarie, un eventuale successo di questi episodi malevoli rappresenterebbe un rischio rilevante per il Paese in un momento particolarmente delicato.

Lo stesso timore è stato espresso nelle scorse ore dal CNAIPIC (Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche), divisione che fa capo alla Polizia Postale i cui componenti avrebbero già richiesto a tutte le istituzioni coinvolte di potenziare quanto più possibile tutte le contromisure di sicurezza a disposizione.

Continua dopo la pubblicità...

Preoccupa in particolare che tra gli obbiettivi degli attacchi vi sia l'Istituto nazionale per le malattie infettive Lazzaro Spallanzani, uno dei centri all'interno dei quali i maggiori virologi italiani stanno lottando contro il tempo per trovare una soluzione che sia in grado di arginare o perlomeno mitigare l'epidemia di Coronavirus (COVID-19) che ha già causato migliaia di morti nella Penisola.

AISE (Agenzia Informazioni e Sicurezza Esterna), AISI (omologa interna dell'AISE) e lo stesso CNAIPIC hanno recentemente tenuto una riunione di emergenza riguardo a questa problematica. L'intensificarsi degli attacchi non arriverebbe inatteso, si tratta infatti di un fenomeno di portata mondiale che sta coinvolgendo tutte le aree colpite dalla pandemia.

L'allarme è stato raccolto anche dal CSIRT (Computer Security Incident Response Teams), la rete europea che si occupa di reagire alle minacce informatiche in seno agli stati membri dell'Unione. Appare naturalmente chiaro che gli attuali rischi per la sicurezza potranno essere limitati soltanto grazie ad un comportamento più vigile anche da parte degli utenti.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.