Datagate: spiati anche gli utenti italiani

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteJeff Bezos è per apple Amazon quello che Jobs fu per Apple
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Datagate: spiati anche gli utenti italiani

L'utenza italiana non sarebbe stata immune dai controlli dei servizi segreti statunitensi che hanno fatto esplodere lo scandalo Datagate; secondo il sito Web Cryptome dal 10 dicembre 2012 al 13 gennaio 2013, l'NSA (National Security Agency) avrebbe spiato 124,8 miliardi di telefonate nel Mondo, di cui 46 milioni nel nostro Paese.

Cifre spaventose per le loro dimensioni che però non sarebbero state confermate dal nostro servizio per il controspionaggio i cui portavoce avrebbero dichiarato che, per il momento, non vi sarebbe alcuna prova in grado di confermare i dati recentemente diffusi sul Web.

I nostri servizi segreti avrebbero poi invitato a considerare la differenza tra un'attività di monitoraggio e una di vero e proprio spionaggio, una cosa è infatti registrare decine di milioni di telefonate, un'altra (molto più impegnativa) è quella di ascoltarne i contenuti nel dettaglio.

Nel complesso (e nello stesso periodo considerato), il Paese europeo che sarebbe stato interessato dal maggior numero di intercettazioni sarebbe stato la Germania (con ben 361 milioni di telefonate), ma esse sarebbero state veramente poche se confrontate con quelle operate in Pakistan e Afghanistan (decine di miliardi).

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.