Equitalia sotto attacco informatico

Equitalia sotto attacco informatico

"Gentile utente, ci scusiamo ma per motivi tecnici il nostro sito internet è momentaneamente non disponibile. E' possibile accedere comunque ai seguenti servizi web..., seguono alcuni link utili per proseguire la navigazione". Questo il messaggio pubblicato sulla Home Page del sito Web di Equitalia dopo un recente attacco informatico che ne avrebbe coinvolto i server.

L'incursione non avrebbe colpito l'intera piattaforma della incaricata della riscossione dei tributi, limitandosi (o riuscendo) a bloccare la sola Home Page del servizio, hanno continuato invece ad essere raggiungibili le sezioni dedicate ai servizi per gli enti, alla consultazione dell'estratto conto e ai pagamenti delle cartelle esattoriali.

Continua dopo la pubblicità...

Per il momento non si conoscono dettagli tecnici riguardanti la dinamica dell'accaduto, parliamo però di una delle agenzie a (totale) controllo pubblico maggiormente contestate, anche in considerazione del suo ruolo particolarmente delicato e della congiuntura economica negativa che da tempo interessa il nostro Paese.

Equitalia, almeno nelle Intenzioni del Governo, è comunque un ente in via di dismissione, infatti, a partire dal 1° luglio del 2017 essa dovrebbe confluire integralmente in una nuova agenzia pubblica, denominata "Agenzia delle  Entrate - Riscossione", che dovrebbe assorbire buona parte dei compiti legati alla gestione degli accertamenti e dei pagamenti.

Della nuova organizzazione, di fatto un'estensione dell'Agenzia delle Entrate, faranno parte gli attuali dipendenti di Equitalia che entreranno in essa con un passaggio automatico; avrà inoltre alcune prerogative precedentemente non concesse ad Equitalia come per esempio l'accesso diretto alla banca dati sui titolari dei rapporti e alla giacenze medie sui conti correnti dei contribuenti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.