Google: 4 mila sviluppatori per Stadia

Google: 4 mila sviluppatori per Stadia

Stadia è un progetto di Mountain View per la fornitura in Cloud di videogame in streaming, gli utenti potranno sfruttare la piattaforma senza la necessità di dover acquistare alcuna console videoludica. Il modello di business scelto è sostanzialmente una via di mezzo tra quello di un broadcaster on-demand come Netflix e i market place per le applicazioni.

Proprio a causa di tali caratteristiche il successo dell'iniziativa è fortemente legato alla capacità di creare un ecosistema quanto più possibile partecipato da sviluppatori di terze parti, ma da questo punto di vista i primi risultati registrati sarebbero incoraggianti con più di 4 mila developer che avrebbero già deciso di aderire come partner.

A confermare la risposta entusiastica da parte della community dei coder sarebbe stato Sam Corcoran, Technical Account Manager di Stadia, nel corso della conferenza Develop:Brighton 2019. E' però utile segnalare che l'ingresso nel progetto non viene accordato a chiunque e sono previsti dei criteri di selezione particolarmente severi.

Le domande di partecipazione vengono infatti vagliate da un'apposita giuria composta da producer, designer, artisti, animatori, operatori di marketing professionali e analisti finanziari. La modalità scelta è quella dei pitch, dove gli sviluppatori descrivono le specifiche del titolo proposto e soltanto quelli che rispettano i requisiti attesi vengono accettati.

Continua dopo la pubblicità...

Per maggiori informazioni a riguardo è possibile visitare l'apposita sezione del sito Web di Stadia. Si ricorda che per completare il form di iscrizione è necessario disporre di un indirizzo di posta elettronica aziendale, curiosamente non sono ammessi indirizzi email riferiti ad aziende terze come per esempio lo stesso Gmail di Google.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.