Google caccia BMW dai risultati di ricerca

Google caccia BMW dai risultati di ricerca

La notizia è clamorosa e curiosa allo stesso tempo, in quanto coinvolge due giganti dell'economia mondiale come il popolare motore di ricerca e la nota marca tedesca di automobili.
Quest'ultima, ad avviso di Google, avrebbe alterato in modo fraudolento i risultati "naturali" di ricerca e, per questo motivo, il sito www.bmw.de sarebbe stato eliminato dall'archivio di Big G.
I responsabili della BMW, tuttavia, hanno reso noto che sarebbero già in corso trattative per un pronto reinserimento del loro sito ufficiale tra i risultati di ricerca di Google.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.