Google penalizza i contenuti "clonati"

Google penalizza i contenuti "clonati"

E' stato recentemente modificato l'algoritmo alla base del motore di ricerca di Mountain View, l'obiettivo dei tecnici è quello di restituire risultati ancora più precisi rimuovendo il più possibile dalla SERP contenuti che non soddisfano le esigenze degli utilizzatori.

Così, i miglioramenti a carico dell'algoritmo di Google sarebbero mirati in particolare all'eliminazione dello spam e alla rimozione dai risultati dei contenuti duplicati, in pratica, d'ora in avanti chi copia gli articoli degli altri verrà (o dovrebbe essere) penalizzato.

Secondo quanto affermato in proposito da Matt Cuts, capo del Google Webspam Team, soltanto il 2% dei risultati dovrebbe subire delle alterazioni a causa della modifica dell'algoritmo; è anche vero però che ogni volta che Mountain View da una ritoccata alle SERP buona parte del Web trema.

Cutts ha inoltre sottolineato che, per il momento, soltanto il 4% degli attuali utilizzatori di Google noterà qualche cambiamento in seguito alle modifiche apportate; una percentuale abbastanza limitata che però, considerando i numeri di Google, raggruppa decine di milioni di persone.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.