Intel: saranno tempi di vacche magre

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle rivuole gli utenti di Firefox
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Intel: saranno tempi di vacche magre

Gli analisti del colosso dei semiconduttori Intel avrebbero reso noto che le stime dell'azienda per quanto riguarda le entrate del primo trimestre dell'anno corrente sarebbero state corrette al ribasso; evidentemente i vertici del gruppo riterrebbero opportuno il dover comunicare agli investitori che le cose andranno meno bene di quanto inizialmente preventivato

A rendere necessaria tale iniziativa dovrebbe essere stato l'andamento delle distribuzioni per il mercato del Vecchio Continente, in Europa infatti gli acquirenti avrebbero rallentato il ciclo di ricambio dell'hardware, ampliandone quello di vita, per motivi ancora ricollegabili alle incerte condizioni economiche degli stati membri.

Continua dopo la pubblicità...

Sostanzialmente, facendo i conti dell'ultima ora, la Intel potrebbe essere costretta a registrare un guadagno totale di circa un miliardo di dollari inferiore a quello previsto; parliamo infatti di 12.8 miliardi di dollari contro i 13.7 prima attesi, ciò anche tenendo conto di un'oscillazione pari a 300 milioni di dollari già messa in preventivo e di un margine previsto pari a mezzo miliardo.

A gravare sulle casse del colosso statunitense potrebbero essere in particolare le decisioni prese dai titolari delle aziende piccole e medie, queste ultime infatti si starebbero dimostrando molto più restie delle grandi realtà ad abbandonare i loro, spesso molto datati, terminali equipaggiati con il non più supportato sistema operativo Windows XP.

Se Intel si dovrebbe vedere presto costretta a bilanciare le perdite derivanti dall'enterprise in scala ridotta, per la multinazionale californiana le cose non sarebbero invece mai andate così ben per quanto riguarda il business in grande stile, ciò grazie ad un andamento degli ordinativi provenienti dai datacenter in linea perfetta con le attese.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.