L'impatto sul mobile del chip shortage

L'impatto sul mobile del chip shortage

Si è spesso parlato degli effetti che l'attuale penuria di semiconduttori sta causando ad un comparto come quello dell'automotive, con le cause automobilistiche costrette a tagliare la produzione e a rimandare il lancio di nuovi modelli. Tale problematica è dovuta a difficoltà nell'offerta da parte dei produttori, nettamente sottodimensionata rispetto alla domanda.

Stando alle stime effettuate da Counterpoint Research, un altro settore che potrebbe essere colpito fortemente da questo fenomeno dovrebbe essere quello dei dispositivi mobile, con un calo della produzione degli smartphone che nel corso dell'anno corrente dovrebbe attestarsi intorno alle 50 milioni di unità rispetto alle previsioni iniziali.

La produzione verrebbe garantita solo per le aree geografiche economicamente più profittevoli

Non parliamo ancora di cali sostanziali, basti pensare che nel solo 2019 erano state immesse in commercio poco meno di 1.5 miliardi di unità, ma le case produttrici potrebbero decidere di tagliare anche pesantemente la distribuzione in determinate aree geografiche, favorendo quelle in grado di assicurare un maggior volume di vendite.

In assenza di novità positive che permettano di prevedere una fine a breve termine dell'attuale chip shortage, non meno del 90% del comparto potrebbe essere costretto a intraprendere delle contromisure per tutelare la propria catena distributiva e la maggior parte delle problematiche potrebbero essere registrate nel secondo semestre del 2021.

Continua dopo la pubblicità...

Gli analisti prevedevano infatti che nel 2021 sarebbero state distribuite non meno di 1.45 miliardi di unità con una crescita del 9% anno su anno, alla luce delle nuove stime non si dovrebbe andare invece oltre il 6%. Ad oggi si calcola che la domanda di semiconduttori da parte delle aziende verrebbe soddisfatta in misura non superiore al 70%.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.