L'Internet via satellite di SpaceX

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMicrosoft Edge su Windows 10, ma non sempre
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Pochi altri CEO riescono a far parlare di sè per l'ambizione dei propri progetti come Elon Musk, il visionario fondatore di Tesla Motors e SpaceX; tramite quest'ultima azienda il manager avrebbe inviato di recente una richiesta di autorizzazione alla FCC (Federal Communications Commission) per la fornitura di connettività via satellite.

Musk non è di certo un semplice "sognatore", ma un imprenditore coraggioso che è riuscito a creare profitti lanciando i propri dispositivi nello spazio; le sue capacità sono state messe alla prova appena qualche tempo fa nella gestione della missione CRS-6 finalizzata a portare rifornimenti verso la Stazione Spaziale Internazionale.

Ora il piano di SpaceX dovrebbe essere quello di lanciare in orbita una serie di piccoli satelliti ad uso commerciale, questi ultimi dovranno essere utilizzati per mettere a disposizone connessioni ad Internet che possano essere attivate anche in quelle aree del Pianeta dove, fino ad ora, le attività di providing non sono particolarmente floride.

In sostanza SpaceX dovrebbe creare una rete low cost (ciascun satellite costerebbe circa 350 mila dollari) composta da ben 400 piccoli device orbitanti funzionanti come trasmettitori di segnale verso una stazione terrestre per offrire la massima copertura possibile; a portare i satelliti nello spazio sarà il vettore Falcon 9.

Continua dopo la pubblicità...

Se le autorità statunitensi devessero concedere il loro nullaosta al progetto, i lavori per la creazione del network spaziale di Musk e soci potrebbero iniziare entro il 2016 e terminare nell'arco del quinquennio successivo. Tra gli investitori che hanno messo a disposizione i loro capitali per il progetto vi sarebbe anche Google con un finanziamento da 1 miliardo di dollari

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.