Luca Attias direttore del Dipartimento per la Trasformazione digitale

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteL'economia dei Big Data cresce anche in Italia
  • SuccessivoItalia al primo posto per nell'E-health
Luca Attias direttore del Dipartimento per la Trasformazione digitale

La Ministra per l'Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano ha nominato Luca Attias direttore del Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Attias è già Commissario Straordinario per l'attuazione dell'Agenda Digitale e il suo nuovo incarico dovrebbe garantire continuità per quanto riguarda le piattaforme di governance già implementate nel corso dell'ultimo triennio di attività.

Il Dipartimento per la Trasformazione Digitale nasce come struttura di supporto della Presidenza del Consiglio per la promozione ed il coordinamento delle attività di Governo mirate alla definizione delle strategia utili in materia di digital transformation e di modernizzazione tramite tecnologie innovative. Con la sua nomina Attias porterà in seno al Dipartimento diverse competenze prima assegnate ad altre agenzie.

Continua dopo la pubblicità...

A seguire il nuovo direttore saranno per esempio diversi membri del Team per la Trasformazione Digitale, mentre i componenti rimanenti verranno assegnati a PagoPA, la società per azioni che gestisce l'omonimo sistema di pagamenti elettronici concepito per rendere più semplici, sicuri e trasparenti i pagamenti a favore della Pubblica Amministrazione.

Nello stesso modo l'Agenzia per l'Italia Digitale perderà alcune delle sua competenze relativamente alla Cybersecurity che diventeranno invece responsabilità del Dipartimento, tale riorganizzazione sarebbe stata decisa soprattutto in considerazione del fatto che quest'ultimo dovrà avere in futuro una struttura molto più tecnica rispetto a quella attuale.

Come assicurato dalla Ministra, garantire la sicurezza dei dati gestiti dall'Amministrazione Pubblica dovrà essere uno dei compiti principali del gruppo guidato da Attias. Per far questo i sistemi e i network oggi utilizzati dalla PA verranno censiti in modo da identificare tutti quegli asset che potrebbero mettere a rischio il perimetro cibernetico oggi in costruzione.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.