Mercato digitale: si rischia la frenata nel 2018

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle: velocizzare la creazione di documenti grazie al suffisso .new
  • SuccessivoE-commerce in crescita grazie ai mercati emergenti

Nel corso del 2017 il mercato digitale italiano sarebbe cresciuto del 2.3% per un giro d'affari complessivo pari a circa 68 miliardi di euro. Un andamento simile è stimato anche per il 2018, ma un recente studio di Anitec-Assinform sosterrebbe che la crescita sarà inferiore rispetto alle attese e non si potrà arrivare al 2.6% precedentemente previsto.

Ciò dovrebbe essere causato in parte ad un generale rallentamento dell'economia mondiale e, localmente, ad un minor impegno istituzionale per il progetto Industria 4.0. L'attuale Legge di Bilancio prevede infatti dei tagli particolarmente elevati a carico degli investimenti in digitalizzazione, sviluppo e ricerca, favorendo invece la spesa corrente.

Continua dopo la pubblicità...

Se quanto previsto dalla ricerca dovesse essere confermato, a subirne le conseguenze potrebbero essere da subito alcuni settori ora in piena crescita, come per esempio l'IoT (Internet of Things), l'ecosistema mobile, i servizi erogati tramite Internet, il Big Data, il Cloud Computing e, cosa particolarmente grave, la Cybersecurity.

Parliamo di comparti il cui giro d'affari sarebbe cresciuto complessivamente del 16.7% durante lo scorso anno e che, se le condizioni che hanno favorito questo incremento dovessero essere mantenute, potrebbero generare puntualmente un aumento pari ad ulteriori 16.5 punti percentuali nel corso dei prossimi anni, almeno fino al 2020.

Attualmente l'Itc italiano starebbe crescendo a un ritmo doppio rispetto al dato del PIL nazionale, ma perché i risultati raggiunti fino ad ora vengano consolidati e migliorati è necessario che le imprese continuino a ricevere sostegno per investire in nuovi macchinari, acquistare i software necessari per il proprio business, formare nuovo personale e riqualificare la forza lavoro già impiegata.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.