Microsoft licenzia 3 mila lavoratori

Microsoft licenzia 3 mila lavoratori

La Casa di Redmond avrebbe in progetto di effettuare una profonda ristrutturazione della sua divisione vendite, per questo motivo l'azienda sarebbe intenzionata a licenziare ben 3 mila lavoratori. Questo riassetto dovrebbe consentire a Satya Nadella e soci di concentrare maggiori risorse nei propri investimenti sul Cloud.

La notizia sarebbe stata ormai confermata, a subire la maggior parte dei tagli dovrebbero essere gli impiegati alle vendite di Microsoft e di CNBC per un totale di circa il 10% sulla forza lavoro attualmente operante. I dipendenti sarebbero stati già informati dell'imminente taglio del personale anche se i tempi entro i quali verrà effettuato non dovrebbero essere noti.

Continua dopo la pubblicità...

Secondo quanto dichiarato in proposito dalla compagnia, la ristrutturazione prevista dovrebbe consentire a Redmond di venire maggiormente incontro alle esigenze dei clienti e delle società partner, il settore del Cloud è divenuto infatti molto competitivo, con aziende come Google e Amazon in grado di offrire infrastrutture e servizi avanzati.

Da notare che la notizia dei licenziamenti arriva in coincidenza con la chiusura dell'ultimo anno fiscale, non è raro infatti che le grandi compagnie annuncino delle importanti ristrutturazioni dopo il tradizionale completamento estivo dei conti. Probabilmente le pressioni degli investitori hanno avuto un ruolo rilevante in una decisione così grave.

Del resto non è un mistero che il business di Microsoft si stia spostando sempre più prepotentemente verso il Cloud e la piattaforma Azure, per dare un'idea del successo di questo servizio basti pensare che nell'ultima trimestrale di cassa del gruppo avrebbe registrato una crescita di fatturato del 93% generando un incremento del 15% sui ricavi totali.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.