PayPal e Google Pay: addebiti per spese mai effettuate?

PayPal e Google Pay: addebiti per spese mai effettuate?

Negli scorsi giorni alcuni utenti del gigante dei pagamenti elettronici PayPal avrebbero segnalato degli addebiti sul proprio conto per spese mai effettuate in negozi fisici, stando alle notizie attualmente circolanti tali episodi si sarebbero verificati in particolare in Germania e a danno di clienti che avevano integrato PayPal con la piattaforma Google Pay per il mobile payment.

I portavoce del gruppo di San Jose avrebbero già confermato l'esistenza della problematica assicurando che gli interventi correttivi necessari alla sua risoluzione sarebbero stati eseguiti tempestivamente, a questo punto i rimborsi per i consumatori coinvolti potrebbero richiedere tempi più o meno prolungati perché sarà necessario valutare caso per caso tutte le segnalazioni inviate.

Tra le "vittime" delle spese a proprio nome vi sarebbe anche chi ha subito ammanchi intorno al migliaio di euro, ma dalle prime indagini sembrerebbe che ad essere stati colpiti siano coloro che hanno abilitato l'integrazione con PayPal anche per i pagamenti su Internet, chi invece ha limitato l'utilizzo della piattaforma ai soli pagamenti POS non avrebbe registrato alcun ammanco.

Secondo alcuni analisti di sicurezza la causa del problema potrebbe essere imputata ad una vulnerabilità rilevata all'inizio dello scorso anno, quando il ricercatore Markus Fenske individuò un problema correlato alla generazione automatica di una carta di credito virtuale completamente funzionamente durante l'associazione di un conto corrente a Google Pay.

Continua dopo la pubblicità...

Se così fosse si potrebbe sospettare che utenti malintenzionati abbiano approfittato del bug per effettuare acquisti addebitandoli ad altre persone, tale violazione potrebbe essere stata effettuata sia attraverso l'azione di un malware che leggendo non visti i dati di una carta virtuale (compresi CVC e scadenza) dallo schermo di uno smartphone.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.