Il ritorno Windows 10 October 2018 Update

Il ritorno Windows 10 October 2018 Update

La Casa di Redmond ha finalmente ricominciato a distribuire Windows 10 October 2018 Update, il più recente aggiornamento cumulativo per la piattaforma aveva raggiunto lo stato di versione definitiva all'inizio dello scorso mese, successivamente era stato però ritirato per l'individuazione di alcuni bug tra cui uno che avrebbe potuto rimuovere file dalla cartella "Documenti".

Come comunicato dalla stessa Microsoft, per il perfezionamento del nuovo rilascio è stato derterminante il contributo degli utenti che hanno aderito al programma Insider. Grazie ai feedback di questi ultimi è stato possibile eliminare un maggior numero di malfunzionamenti e verificare che le correzioni effettuate non determinassero ulteriori problemi.

Da segnalare che l'azienda californiana è stata abbastanza "diplomatica" nel commentare le recenti vicissitudini dell'aggiornamento: ricordando che quello effettuato in corrispondenza dell'April Update è stato il rollout più rapido di sempre per Windows 10, ha giustificato il ritardo di un October Update arrivato a metà novembre facendo riferimento a necessità di cautela.

Stando a quanto affermato nelle scorse ore da Michael Fortin, Corporate Vice President di Redmond, gestire un unico sistema operativo non significa per forza di cose diminuire la complessità delle procedure di rilascio, questo perché ogni aggiornamento deve tenere conto di migliaia di combinazioni possibili tra hardware e software.

Continua dopo la pubblicità...

E vi sarà grande cautela anche nella fase di distribuzione, il gruppo capitanato da Satya Nadella ha infatti deciso di installare da subito l'update soltanto nei Pc perfettamente compatibili, nel caso in cui dovesse essere riscontrata un'incompatibilità non si procederà con l'aggiornamento automatico fino a quando tale problematica non verrà risolta.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.