Russia: stop alle VPN

Le piattaforme che permettono di accedere a siti Web vietati dal Governo di Mosca diventeranno illegali in tutto il territorio russo a partire dal I novembre 2017; da quella data in poi entrerà infatti in vigore una legge che, di fatto, mira ad impedire l'utilizzo delle VPN (Virtual Private Network) durante la navigazione su Internet.

Le VPN sono state ampiamente adottate in Russia per visitare le pagine Web presenti in una blacklist governativa le cui redazione è iniziata nel corso del 2012; nata per combattere la promozione dell'uso di droghe, la blasfemia, l'istigazione al suicidio e la pedofilia su Internet, a partire dal 2013 tale lista ha ospitato anche link a siti Internet sospettati di supportare il terrorismo.

I criteri attraverso cui viene stilata questa blacklist sono però estreamente flessibili, tanto che in passato tra le piattaforme vietate sono comparsi anche nomi come Wikipedia e Reddit. In linea generale qualsiasi contenuto che potrebbe indebolire il governo attuale agli occhi degli utenti verrebbe inserito in essa e quindi oscurato.

Il divieto a carico delle VPN potrebbe quindi trasformarsi in un ulteriore limite per le libertà di informazione e di espressione che già da tempo non godono di particolare tutela nella Confederazione Russa; Internet rappresenta uno dei più importanti canali per la circolazione del dissenso e le istituzioni del Paese operano uno stretto controllo sulla navigazione dei propri cittadini.

Continua dopo la pubblicità...

Le VPN sono vietate anche in altre regioni del Mondo come per esempio la Cina, a tal proposito basti pensare che la localizzazione cinese dell'App Store non presenta alcuna applicazione scaricabile per la creazione di network privati. Il regime di Pechino consente l'utilizzo di alcune piattaforme VPN che però sono state preventivamente autorizzate dalla censura locale.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.