TIM e Microsoft alleati per l'AI

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteTim Cook: il matrimonio da macOS e iOS non si farà
  • SuccessivoGDPR: PA e imprese italiane in ritardo
TIM e Microsoft alleati per l'AI

Il provider TIM e la Casa di Redmond avrebbero dato vita ad una partnership commerciale incentrata sulle tecnologie per l'Intelligenza Artificiale che dovrebbe permettere di sviluppare nuove soluzioni per il miglioramento della user experience. La Telco italiana potrebbe così sfruttare il supporto di Microsoft per una maggiore personalizzazione delle offerte.

Un ulteriore scopo dell'iniziativa dovrebbe essere quello di effettuare un uso massiccio del Big Data e degli strumenti per l'analisi dei dati al fine di migliorare i processi di business e le relazioni con i clienti. In questo senso un contributo fondamentale dovrebbe essere fornito dalla piattaforma Azure che offre diverse soluzioni dedicate al machine learning.

Continua dopo la pubblicità...

Tra gli aspetti che potrebbero beneficiare di questo progetto vi dovrebbe essere quello dell'assistenza ai clienti, l'implementazione di chatbot e l'utilizzo di algoritmi in grado di elaborare le informazioni raccolte durante le comunicazioni con gli utenti permetteranno di automatizzare maggiormente i feedback fornendo risposte più rapide e precise.

Azure si dovrebbe quindi occupare della gestione degli assistenti virtuali con i quali i clienti entreranno in contatto, le tecnologie basate sui sistemi cognitivi impareranno a distinguere le diverse esigenze e a fornire ad ogni utilizzatore l'assistenza più adatta per risolvere eventuali problemi o migliorare l'offerta scelta.

Per TIM e Microsoft si tratta del proseguimento di una collaborazione che dura ormai da anni, l'azienda guidata da Satya Nadella è poi sempre più concentrata sulla fornitura di soluzioni per il comparto enterprise e presto, come sta già accadendo, Windows diventerà via via meno centrale nelle sue strategie in favore di servizi incentrati sul Cloud.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.