Twitter: non saremo mai come Facebook

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteApp Economy: italia in 19esima posizione
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Twitter: non saremo mai come Facebook

Nei giorni scorsi su Internet era circolata un'indiscrezione secondo la quale i responsabili di Twitter avrebbero deciso di introdurre nel Sito Cinguettante un'importante modifica a carico della Timeline; tale intervento avrebbe reso la piattaforma molto più simile nel funzionamento a quella di un altro social network, Facebook.

In sostanza, sempre stando ai rumors pubblicati in Rete, l'intenzione sarebbe dovuta essere quella di rinunciare all'ordine cronologico dei tweets in favore di una soluzione che evidenziasse maggiormente l'importanza dei diversi contenuti postati; a tale scopo gli sviluppatori del progetto avrebbero deciso di sviluppare un apposito algoritmo.

Per smentire queste voci sarebbe intervenuto lo stesso CEO di Twitter, quel Jack Dorsey, che è anche uno dei fondatori del colosso del microblogging; a tal proposito le parole del dirigente sarebbero state abbastanza chiare: la sua creatura non sarà mai come quella di Mark Zuckerberg, la Timeline infatti segue una filosofia incentrata sui contributi in tempo reale che non avrebbe nulla a che vedere con quella del Sito in Blue.

Probabilmente Dorsey ha deciso di dire la sua a riguardo spinto anche dalle pressioni degli utenti che, fortemente perplessi da una possibile deriva verso il social networking improntato alla sola popolarità delle news, avevano manifestato i propri dubbi attraverso un apposito hashtag dal significato abbastanza intuitivo: "#RIPTwitter".

Continua dopo la pubblicità...

Non è comunque la prima volta che vengono annunciati grandi cambiamenti per Twitter, a tal proposito basterebbe fare riferimento al recente sospetto che, con l'intenzione di attirare nuovi iscritti, si volesse eliminare quel limite di 140 caratteri per singolo micropost che ha caratterizzato questo progetto sin dai primi giorni della sua storia

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.