UE: Google rischia una multa milionaria?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteE-commerce: più libri che smartphone
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
UE: Google rischia una multa milionaria?

Ai componenti della Commissione europea non sarebbe piaciuta alcuna delle proproste (tre in tutto) inviate da Google nel tentativo di trovare un accordo riguardo l'alleggerimento della sua posizione dominante nei mercati delle ricerche e dell'advertising; in sede UE si starebbe quindi cominciando a pensarere a sanzioni molto pesanti contro Big G.

Le posizioni delle controparti in causa apparirebbero attualmente inconcigliabili, motivo per il quale, stando almeno alle indiscrezioni pubblicate di recente da Bloomberg, la UE potrebbe multare Google non soltanto per il mancato adattamento alle sue richeste, ma anche per evitare che nel prossimo futuro l'azienda californiana continui ad operare in violazione delle norme vigenti.

In pratica le sanzioni erogate dovrebbe agire anche come deterrente; del resto la UE avrebbe già dimostrato in passato di non aver alcuna remora nello stabilire multe miliardarie, si pensi per esempio all'1.06 miliardi di dollari pagati dalla Intel nel corso del 2009 e ai 2.24 miliardi di dollari comminati alla Microsoft nel 2012.

A questo punto l'unica soluzione favorevole per l'azienda capitanata da Larry Page potrebbe derivare da un accordo in extremis, ipotesi che mai come oggi appare molto lontana dalla realtà, anche perché la UE riterrebbe di aver già dato a Google tutte le opportunità necessarie per regolarizzare la propria posizione nel Vecchio Continente.

Continua dopo la pubblicità...

Il fatto è che Mountain View si troverebbe a dover rispondere di numerose violazioni (o supposte tali), tra di esse vi sarebbero anche le accuse di utilizzare contenuti altrui senza per questo corrispondere alcun emolumento (come nel caso di Google News) e quella di favorire prodotti e servizi dei gruppi partner nei risultati delle ricerche.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.