Vestager su iOS: no ai pretesti contro il sideloading

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGarante: i rischi della "zero price economy"
  • SuccessivoUn solo aggiornamento all'anno per Windows 11
Vestager su iOS: no ai pretesti contro il sideloading

La Commissaria europea per la concorrenza Margrethe Vestager ha recentemente approfittato di un'intervista a Reuters per ricordare che la Casa di Cupertino non dovrebbe utilizzare il pretesto della protezione della privacy, così come quello della sicurezza, per giustificare dei comportamenti che potrebbero danneggiare la libertà di competizione tra le aziende.

Tali affermazioni non sarebbero estemporanee in quanto mai come in questi giorni l'Unione Europea si starebbe interrogando sulla sostenibilità del cosiddetto sideloading. Quando permesso quest'ultimo consente infatti di scaricare e installare sul proprio dispositivo applicazioni prelevate da marketplace diversi da quelli delle case produttrici.

Mountain View, ad esempio, mette a disposizione dei propri utenti un ecosistema di App molto ampio, il Google Play Store, ma su Android consente anche di utilizzare applicazioni disponibili in alte piattaforme (si pensi all'AppGalley di Huawei). Apple invece permette di installare su iOS soltanto i titoli presenti nel catalogo dell'App Store.

A tal proposito Vestager avrebbe fatto riferimento al Digital Markets Act che di fatto limita il potere dei cosiddetti gatekeeper, con questo termine vengono infatti indicate tutte quelle grandi compagnie che approfittano della loro posizione in un determinato mercato per dar vita a restrizioni di accesso a servizi di terze parti. Ciò può avvenire ad esempio trattenendo dei dati o vietando l'uso di soluzioni altrui.

Continua dopo la pubblicità...

Esprimendo tale posizione la Commissaria si pone in diretto contrasto con il Tim Cook, CEO della Mela Morsicata, che parlando proprio del Digital Markets Act l'ha criticato sottolineando quanto una sua applicazione potrebbe rendere insicuri gli iPhone. Per contro Vestager si sarebbe espressa a favore dell'ATT (App Tracking Transparency) di iOS, la possibilità di un compromesso non è quindi da escludersi.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.