Windows 10: BSoD dopo un aggiornamento di .NET

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSmart working: il 10% dei dipendenti aggirerà i controlli
  • SuccessivoRilasciato WordPress 3.0.1
Windows 10: BSoD dopo un aggiornamento di .NET

L'ultimo aggiornamento distribuito dalla Casa di Redmond per il sistema operativo Windows 10 avrebbe riesumato una vecchia e sgradita conoscenza degli utente, quel BSoD (Blue Screen of Death) che annuncia un improvviso errore irreversibile dal quale non è possibile uscire se non tramite un avvio e la possibile perdita del lavoro non salvato.

Tale problematica coinvolgerebbe le release 19H2, 20H1 e 20H2, sostanzialmente le ultime 3 messe a disposizione dalla Microsoft, mentre gli update indicati come responsabili del suo manifestarsi sarebbero il KB4598299 e il KB4598301 il cui compito dovrebbe essere quello di risolvere alcuni bug a carico del .NET Framework nelle versioni 3.5 e 4.8.

Insomma, come già successo più volte in passato con gli aggiornamenti di Windows, il BSoD sarebbe emerso dopo il tentativo di risolvere un difetto riscontrato in uno dei package della stessa casa madre. A segnalare la visualizzazione di una "schermata Blue" sarebbero stati soprattutto gli utilizzatori di Visual Studio che è l'IDE di riferimento per lo sviluppo di applicazioni in Windows.

Gli sviluppatori del gruppo capitanato da Satya Nadella sarebbero già a conoscenza del problema e avrebbero provveduto all'implementazione di un bugfix che dovrebbe essere distribuito nel corso delle prossime ore. Il nuovo aggiornamento dovrebbe risolvere anche un altro malfunzionamento rilevato questa volta a carico della Windows Presentation Foundation che è anch'essa un framework.

Continua dopo la pubblicità...

In attesa di ricevere le necessarie patch attraverso Windows Update l'unica soluzione valida per evitare il BSoD è quella di disinstallare gli aggiornamenti precedentemente citati. La schermata di errore più famosa della Storia non è comunque un'esclusiva di Windows ed è nota, per esempio, anche agli utilizzatori delle console videoludiche più datate.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.